Deutsche Bank conferma di rischiare multa da 14 mld Usd

deutsche-bank-60-wall-street-ny-ny-10005 (1)

Deutsche Bank – che conferma con una nota – esce dalla seduta di ieri a Wall Street con le ossa rotte: rischia infatti una multa da 14 mld Usd per colpa dei bond garantiti da mutui. Intanto crolla in Borsa -7%.

Un patteggiamento dal valore di 14 miliardi di dollari è secondo il Wall Street Journal  quanto ha proposto il dipartimento di Giustizia a Deutsche Bank per chiudere un caso riguardante bond garantiti da mutui venduti prima dello scoppio della peggiore crisi della Grande Depressione degli anni ’30 del secolo scorso, quella del 2008.
L’indiscrezione ha fatto precipitare il titolo della banca tedesca quotato a Wall Street, dove ieri nel dopo mercato è
arrivato a cedere oltre il 7%.Il motivo è semplice: quella cifra, per il momento solo preliminare, è decisamente più alta dei 2-5 miliardi di pena attesa dagli analisti e di quanto versato da altri istituti di credito per archiviare casi simili. Non a caso, riporta il quotidiano americano, Deutsche Bank intende trattare per abbassare l’importo. Anche perché gli accantonamenti per affrontare spese legali al 30 giugno erano pari a 5,5 miliardi di euro; la banca aveva anticipato che il totale sarebbe salito entro fine anno.E’ dallo scorso luglio che si sa che Deutsche Bank
sta negoziando con le autorità Usa ma la cifra riportata dal Wsj non era emersa prima d’ora. La banca che attualmente vanta il triste primato di avere pagato la multa più alta per bond che hannocontribuito a gonfiare la bolla immobiliare, poi esplosa, è Bank of America: l’esborso avvenuto nel 2014 è stato di 16,65 miliardi
di dollari nel 2014. Goldman Sachs ha invece versato 5 miliardi lo scorso aprile. Per prodotti finanziari simili venduti in modo fuorviante, Citigroup, JP Morgan Chase e Morgan Stanley hanno pagato complessivamente 23 miliardi di dollari.

hDeutsche Bank AG confirms that it has commenced negotiations with the Department of Justice in the United States (“DoJ”) with a view to seeking to settle civil claims that the DoJ may consider in connection with the bank’s issuance and underwriting of residential mortgage-backed securities (RMBS) and related securitization activities between 2005 and 2007. Te bank confirms market speculation of an opening position by the DoJ of USD 14 billion and that the DoJ has invited the bank as the next step to submit a counter proposal. Deutsche Bank has no intent to settle these potential civil claims anywhere near the number cited. The negotiations are only just beginning. The bank expects that they will lead to an outcome similar to those of peer banks which have settled at materially lower amounts.

Lascia un commento

Top