Dal 23 gennaio a Firenze il Meccano® ritorna a Nexus

Nexus_catalogo Meccano_fondo Vanghetti_ok

Da un prototipo di protesi per mano realizzato a cavallo fra ‘800 e ‘900 al nuovissimo Meccanoid, il robot che lo scorso Natale ha dilagato tra grandi e piccini. Un viaggio lungo oltre un secolo fra tecnologia e innovazione per Meccano, all’interno della mostra “NEXUS. L’incontro tra macchina e umano nell’immaginario, nella tecnica e nella scienza contemporanei”, si svolgerà dal 23 gennaio al 15 marzo 2016.

L’ANTICO GIOCO E LE NUOVE TECNOLOGIE

Nexus_protesi mano con Meccano_fondo Vanghetti (1)L’esibizione, nella cornice di Palazzo Medici Riccardi di Firenze, è dedicata alla biorobotica di oggi e del passato, con importanti reperti storici; e proprio nella sala dedicata ai robot e ai giocattoli è ospitato un piccolo excursus della storia di Meccano, brand di proprietà della società Spin Master (tra i suoi brand Air Hogs®, i giochi in scatola Spin Master Games™, Tech Deck™, SpyGear™, Zoomer™, vincitore dell’Innovative Toy of the Year 2014). Nelle vetrine, accanto a Meccanoid, ultimo esemplare in policarbonato in grado di unire il gioco di costruzioni più longevo al mondo e le nuovissime tecnologie, un prototipo di protesi per mano realizzato unendo pezzi di Meccano e legno tra fine ‘800 e inizio ‘900 dal medico empolese Giuliano Vanghetti (1861-1940), oltre a un catalogo di Meccano acquisito nel 1932 dall’ortopedico sperimentatore e innovatore nel campo delle protesi.

Entrambi gli oggetti, di proprietà del Fondo Vanghetti conservato presso la Biblioteca Comunale “R. Fucini” di Empoli, sono una testimonianza storica – una delle prime in assoluto in Italia – della grande versatilità di utilizzo di Meccano, inventato e brevettato da Frank Hornby per insegnare i principi meccanici fondamentali attraverso il gioco; l’incontro fra questo brand storico e la fantasia e la tecnologia della società canadese Spin Master si è  concretizzata in prodotti a elevata ingegneria come il robot Meccanoid. Il brand si pone come mission quella di ispirare i creatori di domani attraverso un’esperienza di elevata ingegneria e robotica.

MACCHINE, IMMAGINARIO TECNICA E SCIENZA

“NEXUS. L’incontro tra macchina e umano nell’immaginario, nella tecnica e nella scienza contemporanei” è un progetto sviluppato dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dal Museo Galileo di Firenze e dal Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive dell’Università di Siena e finanziato dal MIUR (Bando per la diffusione della cultura scientifica 2014 – legge 6/2000). Il progetto ha ottenuto il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, della Regione Toscana e del Comune di Firenze e si avvale della sponsorship di Civita–Opera Laboratori Fiorentini, Dreoni Giocattoli e Spin Master Italy.

Lascia un commento

Top