Dal 15 novembre il bando per finanziare progetti tra Francia e Italia

bando

E’ pronto il terzo bando per i piani integrati tematici e i piani territoriali (PITEM e PITER) nell’ambito del programma Interregionale VIA Francia-Italia Alcotra 2014-2020 che prevede finanziamenti di progetti di cooperazione a favore delle popolazioni che stanno al di qua e al di là della frontiera tra i due Paesi.

Il programma Interreg V-A Francia-Italia Alcotra 2014-2020 intende migliorare la qualità di vita delle popolazioni, lo sviluppo sostenibile dei territori e dei sistemi economici e sociali transfrontalieri attraverso una cooperazione che coinvolge economia, ambiente e servizi ai cittadini.Per il nostro paese sono interessate la Regione Autonoma della Valle d’Aosta, le Province di Torino e Cuneo (Regione Piemonte), la Provincia di Imperia (Regione Liguria). Per la Francia sono coinvolte i Dipartimenti dell’Alta Savoia e Savoia (Regione Auvergne Rhône-Alpes), i Dipartimenti delle Hautes Alpes, Alpes de Hautes-Provence e Alpi Marittime (Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra)
Le risorse stanziate ammontano a 234 milioni di euro di cui 199 deriva dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

Il bando finanzierà piani integrati territoriali (PITER): sono piani pluritematici costituiti da un insieme di progetti di cooperazione che riguardano settori e temi diversi ma che, sulla base di una strategia comune condivisa in via preliminare, perseguono un comune obiettivo di sviluppo economico, sociale e ambientale di uno specifico territorio transfrontaliero. Attraverso questi piani, i territori hanno come obiettivo di aumentare l’efficacia degli interventi, nonché l’intensità e la qualità della cooperazione attraverso un approccio multipartenariale e la creazione di reti stabili tra differenti attori. Il bando finanzierà anche i piani integrati tematici (PITEM): sono piani monotematici costituiti da progetti di cooperazione singoli riguardanti un solo obiettivo specifico del programma. La strategia adottata nel PITEM deve prevedere necessariamente azioni di scambio e di messa in rete delle pratiche diffuse a livello di territorio Alcotra. L’obiettivo perseguito è la standardizzazione degli approcci e la condivisione degli strumenti decisionali e programmatori di un determinato settore di intervento; le azioni dovranno garantire ricadute sul lungo periodo. Considerato il loro carattere strategico, i PITEM dovranno contribuire a riflessioni condotte a livello di Euroregione e di strategie macroregionali che interessano il territorio Alcotra.
Le sovvenzioni FESR che potranno essere assegnate ai PITEM e PITER ammontano a 80 milioni di euro pari al 42,8% della dotazione disponibile FESR per gli assi 1, 2, 3 e 4 del programma.

Il bando sarà accessibile dal 15 novembre 2016 con termine di presentazione delle candidature previsto per il 31 gennaio 2017.

Lascia un commento

Top