Cristiani perseguitati: convegno a Milano domani 29 ottobre

cristiani

Si svolgerà domani sabato 29 ottobre il convegno internazionale dedicato ai Cristiani perseguitati nel
mondo, con inizio alle ore 16 nell’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, – ingresso libero da Piazza Duca D’Aosta.

L’iniziativa è promossa dall’istituzione regionale lombarda in collaborazione con la sezione italiana della Fondazione pontificia ‘Aiuto alla Chiesa che Soffre’ e la redazione de ‘Gli Occhi della Guerra’, promotori dell’evento “Help Christians” a sostegno dei Cristiani perseguitati. Obiettivi de convegno meneghino è quello di richiamare
l’attenzione nazionale e internazionale sulla persecuzione che affligge milioni di Cristiani in diverse aree del mondo, a cominciare dal Medio Oriente.

Nell’ambito dell’incontro, moderato dal giornalista Fausto Biloslavo, porteranno la loro testimonianza il siriano Mons. Mtanios Haddad e l’iracheno Padre Rebwar Audish Basa. Interverranno anche il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, l’Assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini, il presidente di ACS-Italia Alfredo Mantovano e l’amministratore delegato de IlGiornale.it Andrea Pontini.
Sono oltre 7.100 i cristiani uccisi a causa della loro fede (erano 4344 nel 2014), così come sono oltre 2400 le Chiese attaccate (contro le 1062 del 2014): i Cristiani perseguitati nel mondo sono oltre 150 milioni, il 2,6% in più rispetto all’anno prima. Per sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica su questo tema, dallo scorso mercoledì sera il Pirellone, sede del Consiglio regionale, viene illuminato con la scritta Help Christians.

“Illuminiamo il Pirellone e partecipiamo attivamente all’evento di domani per spronare la comunita’ internazionale ad attivarsi per aiutare i tanti cristiani in difficoltà, affincè possano continuare a portare la loro testimonianza, anche nelle zone di guerra e di sofferenza. Senza dimenticare che oltre all’aiuto è necessaria anche la preghiera” ha ricordato il presidente del Consiglio Raffaele Cattaneo.

Lascia un commento

Top