Cresce l’industria italiana delle piastrelle

Centocinquantasei aziende con 20.537 addetti, un fatturato di 4,7 miliardi di euro e un export pari all’82% delle vendite totali: sono questi i numeri che descrivono l’industria italiana delle piastrelle di ceramica. A scattare questa fotografia è Avvenia (www.avvenia.com), azienda leader nel settore della “white economy”, il ramo dell’economia relativo all’efficienza e alla riqualificazione energetica.
Nel 2014 l’industria italiana della piastrella di ceramica è tornata a crescere, arrivando a 390 milioni di metri quadrati di produzione, con una crescita delle esportazioni pari a 310 milioni di metri quadrati (+3%) che ha consentito di compensare il calo del mercato interno (-6,9%) che dagli 86 milioni di metri quadrati del 2013 è sceso a 80 milioni di metri quadrati nel 2014.
Per il 2015, secondo Avvenia, la tendenza è ancora positiva, con un aumento del 3,9% delle esportazioni, che raggiungeranno così i 322 milioni di metri quadrati, e una perdita più contenuta (-2,5%) per quanto riguarda il mercato interno che scenderà a 78 milioni di metri quadrati. Il comparto della piastrella di ceramica, dai 387 milioni di metri quadrati del 2013 e dai 390 milioni di metri quadrati del 2014, secondo Avvenia nel 2015 si attesterà a 400 milioni di metri quadrati (+2,6% rispetto all’anno precedente), pari a un fatturato totale che supererà così i 5,7 miliardi di euro.

Lascia un commento

Top