Cos’é la Lean trasformation? Staufen prova a spiegarlo a Milano

Lean

Se ne parla spesso ma quasi nessuno lo fa sul serio. La Lean è di moda, tutti dicono di conoscerlo, molti dicono di «averlo già fatto», come se si potesse avere già fatto qualcosa che include tra i suoi pilastri il miglioramento continuo. Ma l’eccellenza dei risultati ancora manca.

Gambe e Gemba, la “maratona” Lean. E’ il titolo di un evento unico organizzato da Staufen Italia, che si svolgerà il
27 Settembre presso l’ Antico Borgo in Città, dalle 10:00 alle 12:30, che prova a rispondere ai molti perché che ruotano intorno alla Lean Transformation. Staufen Italia, società di consulenza mondiale nel Lean Turnaround, attraverso la comunicazione diretta tra il mondo dello sport e quello aziendale organzza questo workshop dedicato: Gambe e Gemba, la “maratona” Lean. Si tratta di un evento che ha l’obiettivo di mettere a fuoco lo scenario in cui operare una trasformazione aziendale di un certo livello ed individuare gli strumenti necessari per avviarla consapevolmente e con risultati di spessore. Facciamo un esempio? Pensate alla maratona. Per poterla affrontare, e raggiungere un eccellente risultato, sono necessari dedizione e disciplina, fatica e allenamento. Il traguardo della medaglia finale per l’atleta (fuor di metafora il raggiungimento di una profonda trasformazione aziendale) non può prescindere dal percorso necessario per arrivarci, più o meno faticoso si presenti.

APPLICARE LA PSICOLOGIA DELLO SPORT AI RISULTATI AZIENDALI

Per raccontare gli aspetti di vicinanza tra vita professionale e vita sportiva, Staufen ha deciso di coinvolgere Pietro Trabucchi, uno dei più influenti psicologi dello sport, che ha accompagnato alle Olimpiadi di Rio 2016 la squadra Italiana di canottaggio. Non è una scelta casuale, quella di Trabucchi: perché l’incontro, che si svolgerà all’Antico Borgo in Città – Azienda Agricola Cascina Salesina nel Parco Forlanini di Milano, cercherà di aprire un confronto tra il mondo dello sport e quello dell’azienda, mettendo a fuoco il parallelismo tra i due contesti: sarà proprio Trabucchi a raccontare, in apertura, come un’azienda ed un atleta possano avere numerosi punti di contatto: similitudini, metodologie e atteggiamenti dello sport agonistico che diventano in qualche modo mutuabili anche per il mondo aziendale; così come allenamento, disciplina, ricerca dell’eccellenza sono tratti fondamentali per un atleta al fine del raggiungimento di un obiettivo altamente competitivo, allo stesso modo possono diventarlo per un’azienda, e soprattutto per le persone che ne fanno parte e che condividono un obiettivo.
“La Lean Transformation è un’arma competitiva molto potente, ma non si realizza in poco tempo e senza sforzi”, dice Giancarlo Oriani, amministratore unico di Staufen Italia. Richiede obiettivi chiari, impegno, costanza, voglia di sfidarsi e far fatica. La Lean Transformation assomiglia ad una maratona, perché è uno sforzo di lunga durata, e perché richiede energia mentale e nervosa. Non tutti sono in grado di correre una maratona senza allenamento, e allo stesso modo non tutte le aziende sono in grado di fare il “Lean Journey”: non basta imparare tecniche ai corsi di formazione o sui libri per realizzare una Lean Transformation di successo, e non basta scaricare una delle centinaia di tabelle per prepararsi alla maratona disponibili sul web per riuscire a concluderne una”.
Nel corso del workshop sarà possibile interagire direttamente con i relatori, che saranno a disposizione per rispondere alle domande.

Per iscriversi: http://www.staufen.it/it/news-eventi/eventi/gambe-e-gemba-la-maratona-lean/iscrizioni/
Per il programma dettagliato dell’evento: http://www.staufen.it/it/news-eventi/eventi/gambe-e-gemba-la-maratona-lean/programma/

Lascia un commento

Top