La corsa dei grandi brand ai nuovi gTLD

Da ormai un anno è iniziata la corsa per accaparrarsi i nuovi TLD (top-level domain), quei domini secondari che, in un url, seguono il punto più a destra.
Insomma, oltre al classico .it, .net, .com, arriveranno i TLD .app, .art, .auto, .bar, .blog, .casa, .club, .design, .game, .gratis, .hotel, .mail, .moda, .news, .online, .pizza, .restaurant, .roma, .shop, .sport, .srl, .store, .tour, .web.

Ma a cosa servono queste nuove specifiche? E i grandi brand, protagonisti assoluti in questa corsa alla registrazione dei nuovi TLD, in cosa hanno investito?

Ha provato a rispondere MarkMonitor, azienda specializzata nella protezione del brand online, che ha analizzato i nuovi dati sui gTLD, stilando un elenco dei 20 top nuovi domini generici di primo livello.

Dallo studio è emerso che negli url del futuro troveremo molto spesso i Tld (clicca per ingrandire):

top20

 

Ecco, invece, quali saranno i domini più usati nel settori merceologici verticali:

Tld vertical

(RA)

Lascia un commento

Top