Coopservice punta su persone e innovazione per crescere

coopservice-2638.660x368

Per il Gruppo Coopservice, uno dei principali operatori nazionali nella fornitura di servizi alle imprese e alle comunità, con la controllata Servizi Italia, previsione di fatturato a 800 milioni e 18.000 dipendenti.

Il budget 2016 è stato approvato da oltre 2.300 soci in otto assemblee in tutta Italia. Il presidente Roberto Olivi: abbiamo fiducia nel futuro e per questo continueremo ad investire sulle persone. L’occupazione in Coopservice è in continua crescita (13.500 dipendenti a fine 2015, +7,2% rispetto al 2014), un risultato significativo perché raggiunto in un contesto economico sfavorevole

Sarà quindi un 2016 nel segno della fiducia e della crescita per Coopservice. Il trend di crescita, in continuità con gli anni precedenti che hanno visto la cooperativa aumentare fatturato e occupazione anche nel periodo più duro della crisi, si inquadra in uno scenario economico di leggera ripresa e all’interno del nuovo piano industriale della cooperativa.

Coopservice prevede un fatturato di 492,3 milioni di euro, comprensivo del risultato di Gesta Spa, con una crescita del 19,7% sul 2014 (ultimo bilancio approvato).

Gesta, acquisita a fine 2014 e controllata al 100% da Coopservice, sarà il punto di forza per lo sviluppo di un settore di punta che nel 2016 avrà un fatturato superiore ai 90 milioni di euro.

Il Gruppo Coopservice, che comprende la controllata Servizi Italia, quotata in Borsa, prevede un 2016 con un fatturato in crescita a 800 milioni di euro e un numero complessivo di occupati pari a 18.000 unità. Rispetto al preconsuntivo 2015, sono previsti in miglioramento tutti i margini economici e il risultato d’esercizio.

In linea con il piano industriale triennale 2015-2017 approvato a inizio anno, Coopservice continua il suo impegno nell’innovazione e nella diversificazione per sostenere la crescita e lo sviluppo, senza rinunciare ai propri valori di cooperativa a larga base sociale.

IMG_7248-2“Nelle assemblee con i soci abbiamo sottolineato che la crescita non è solo il semplice aumento del volume d’affari”, dice Roberto Olivi. “Cresciamo insieme alle persone, ai soci e ai dipendenti: sono loro che fanno la differenza. Con Coopservice cresce la buona occupazione, e i risultati che presentiamo sono più che positivi perché raggiunti negli anni della spending review, della crisi economica e dell’aumento della disoccupazione”.

Le previsioni economiche sono contenute nel budget 2016, che è stato presentato ai soci di Coopservice nel corso di otto assemblee sul territorio, alle quali hanno partecipato oltre 2.300 soci.

Per il 2016 sono previsti investimenti per oltre 4,2 milioni di euro, di cui oltre un milione di euro sarà impiegato per la formazione professionale del personale e il miglioramento della sicurezza sul lavoro.

“Nell’anno del 25° della fondazione di Coopservice, continueremo ad investire sulle persone e sulla buona occupazione”,  spiega Olivi; “perché per una cooperativa non esistono scorciatoie, anche se operiamo in un mercato dove le basi d’asta sono sempre più spesso al massimo ribasso, assistiamo a fenomeni di concorrenza sleale ai limiti della legalità e vedremo crescere il costo del lavoro per il rinnovo di alcuni contratti nazionali di lavoro. Naturalmente siamo ben felici di rispettare tutte le regole. Non possiamo che auspicare che tutti facciano la propria parte iniziando dall’eliminazione delle gare al massimo ribasso e dallo stop alle false cooperative”.

Lascia un commento

Top