Con il T-TIP le imprese italiane sognano gli Usa

NY (650x372)

Gli Usa sono ancora un’opportunità per le pmi? Così avevamo presentato lo Usa Day, il convegno organizzato a Firenze sull’interscambio economico tra l’Italia (e più in specifico le imprese toscane) e gli States.

La risposta data dagli esperti intervenuti a Palazzo Vecchio sembra affermativa. Dai dati snocciolati nel corso della giornata, emerge che solo nel 2014 il valore degli scambi commerciali tra la Toscana e il colosso americano sia stato di 4,5 miliardi di euro, in crescita, con un incremento del valore dell’’export dell’’80,7% e un volume di importazioni aumentato del 67,7% dal 2009 al 2014.

Numeri che fanno degli Stati Uniti il primo partner economico extraeuropeo per la Toscana.

Ma si può fare ancora molto di più.

“Maggiori opportunità commerciali e di investimento negli Stati Uniti per le aziende toscane proverranno dal T-TIP, il nuovo trattato fra Stati Uniti ed Unione Europea sul commercio e gli investimenti, ancora in fase di negoziazione”, ha confidato il console generale Abigail M. Rupp. “Una volta completato, il trattato consentirà alle imprese toscane, soprattutto le piccole e medie imprese, di accedere più facilmente al mercato americano, grazie a una consistente riduzione delle barriere tariffarie e non tariffarie. Inoltre, il T-TIP fisserà degli standard internazionali per l’apertura ai mercati».

Nel 2014 la Toscana ha esportato negli USA merci e servizi per un valore di 3 miliardi di euro, pari al 9,5% del totale e ne ha importate 1,48 miliardi, pari al 7,4% (dati Istat elaborati dall’Ufficio Statistica di Camera di Commercio di Firenze). Ma secondo l’ultima indagine realizzata dal Servizio Studi di Intesa Sanpaolo per Banca CR Firenze, l’aumento del PIL americano e le condizioni di cambio euro/dollaro favorevoli stanno facilitando molti distretti toscani come la ceramica di Sesto Fiorentino, i vini del Chianti, la pelletteria e le calzature di Firenze e Arezzo, il tessile e l’abbigliamento di Prato e Arezzo, i mobili di Poggibonsi e l’’agroalimentare di Lucca.

Maggiori informazioni sulle opportunità d’’investimento negli Stati Uniti per le imprese italiane si trovano sul sito del Dipartimento per il Commercio Estero USA all’indirizzo: http://selectusa.commerce.gov/

Lascia un commento

Top