Confindustria spinge le pmi verso l’innovazione

pmi innovative

Fare sì che la propria impresa rientri nel novero delle pmi innovative non è poi uno scoglio così insormontabile.

E’ questo il messaggio lanciato da Piccola Industria di Confindustria che, nella tappa bergamasca del road show ‘Puntiamo sulle imprese per una ripresa oltre le aspettative‘, ha voluto fare chiarezza sulle misure in regime fiscale agevolato introdotte con l’Investment Compact. Da alcune settimane è infatti online la sezione del Registro delle imprese dedicata alle Pmi innovative che, per iscriversi e ottenere benefici, devono possedere alcuni requisiti: un determinato livello di spesa in R&S, il possesso di brevetti o personale qualificato.

Usufruire del pacchetto di agevolazioni è, secondo i promotori dell’incontro orobico, un buon punto di partenza per rilanciare le piccole e medie imprese italiane: per quelle che saranno considerate Pmi innovative, infatti, ci saranno a disposizione semplificazioni (dall’esonero da imposta di bollo a quello dei costi di iscrizione al registro delle imprese), tassazione agevolata sul reddito derivante da piani di stock option e work for equity e accesso semplificato al Fondo di garanzia Pmi. Sarà possibile anche raccogliere capitale mediante l’equity crowdfunding (esteso ai fondi di credito e alle società di capitali che investono prevalentemente in Pmi innovative).

Lascia un commento

Top