Giovedì a Milano un convegno sul canone concordato

canone concordato

In tempi di crisi per famiglie, costruttori edili e proprietari di immobili, il canone concordato sta diventando sempre di più una strada particolarmente battuta per rendere meno ‘impegnativi’ gli affitti, soprattutto nelle grandi città. La soluzione, infatti, permette a inquilini e proprietari di pagare una cedolare secca più bassa, al 10%.

Ma come si fa ad attivare il canone concordato? Quali sono gli enti e gli uffici a cui bisogna rivolgersi? Su questo tema si terrà un convegno giovedì 26 novembre nella Sala Consiglio di Palazzo Turati (via Meravigli, Milano).

Organizzato da Camera di Commercio, Comune di Milano (assessorato alla Casa) e Fondazione Welfare Ambrosiano, il seminario approfondirà non solo le politiche della casa attuate dagli enti meneghini, ma anche lo stato dell’arte della domanda/offerta e le tutele legali per i proprietari.

Questo il programma della giornata

10.00 Saluti d benvenuto: Sergio Rossi, Dirigente Area sviluppo del Territorio e del Mercato, Camera di Commercio

10.15 Le Politiche abitative del Comune di Milano: Daniela Benelli, Assessore all’Area metropolitana, Casa, Demanio Comune di Milano

10.30 La risposta ad una domanda crescente della Casa a Milano: presentazione del Servizio dell’Agenzia Milano Abitare: Romano Guerinoni, Direttore Generale, Fondazione Welfare Ambrosiano

11.00 Analisi del mercato e della potenziale domanda/offerta: Andrea Marietti, Consigliere FIMAA Milano Monza & Brianza

11.15 I tempi della giustizia : quale tutela per i proprietari: Daniele Mammani, Esperto di Diritto Privato e Consulente Legale di FIMAA Milano Monza & Brianza

11.30 Conclusioni ai lavori: Marco Dettori, Presidente TeMA

Lascia un commento

Top