Confimprenditori Napoli: Bando Inail 2015, opportunità per le pmi

hqdefault

Confimprenditori Napoli insieme all’Inail, ha promosso un seminario dal titolo “Finanziamenti alle imprese ed agevolazioni tariffarie”, svoltosi nella sala convegni della Reggia di Quisisana, a Castellammare di Stabia.

Durante l’incontro, il responsabile della sede Inail stabiese, Vincenzo Ammirato, e il direttore territoriale, Grazia Memmolo, hanno presentato il bando Inail 2015 in favore delle imprese che intendono realizzare interventi rivolti al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro. Il bando inail 2016 concede un contributo a fondo perduto pari al 65% dell’investimento e sino ad arrivare ad un massimo di € 130.000,00 a fronte di una serie di investimenti che l’impresa deve effettuare per migliorare la salute e la sicurezza dei propri lavoratori.

L’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro ha messo a disposizione più di 25 milioni, da destinare alle aziende virtuose della Campania. Tra le novità del bando, una sezione dedicata alla bonifica da materiali contenenti amianto, per i quali è previsto un finanziamento di 7,5 milioni di euro.
“Il bando Inail”, ha dichiarato nel suo intervento il presidente della Confimprenditori Napoli, Alessandro Piro, “è una grande opportunità per le micro, piccole e medie imprese campane, alle quali la Confimprenditori fornirà pieno supporto per la presentazione delle domande. Le imprese devono puntare ad un dinamico e virtuoso metodo di fare sicurezza, che significa miglioramento della qualità del lavoro e conseguente riduzione dei rischi di infortuni”.

QUAI SONO GLI INTERVENTI PER CUI SI PUO’ CHIEDERE IL CONTRIBUTO

Acquisto o sostituzione di impianti e macchinari che le aziende abitualmente utilizzano nei propri processi produttivi; Opere di bonifica amianto e rifacimento delle coperture; Rifacimento di impianti elettrici e anticendio;
adozione di modelli organizzativi certificati e non.

La richiesta di contributo per il bando inail 2016 non può essere invece presentata nei seguenti casi:

  • se l’acquisto avviene tramite leasing, l’Inail richiede la piena proprietà del bene oggetto di domanda;
  •  .per acquisto di beni/impianti usati (sono ammessi solo impianti e macchinari nuovi di fabbrica);
  •  .per acquisto di hardware, software, mobili e arredi.

Lascia un commento

Top