Commercio: segnali di ripresa dei consumi

Alcune persone fanno la spesa al supermercato, Bologna, 12 novembre 2014. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

Il mondo del commercio vede rosa. “Tenendo conto della variazione dei prezzi al consumo, emergono segnali di ripresa dei consumi di beni in termini reali”. Così l’Istat.
A luglio 2015, l’indice in volume delle vendite al dettaglio registra infatti variazioni positive dello 0,4% rispetto a giugno 2015 e dell’1,7% rispetto a luglio 2014.
Tutti i comparti del commercio beneficiano di segnali di ripresa dei consumi. Le vendite al dettaglio a luglio 2015 aumentano dello 0,4% in valore rispetto a giugno e dell’1,7% rispetto a luglio 2014. Nei primi 7 mesi dell’anno, il valore delle vendite sale dello 0,7% su base tendenziale con aumenti dell’1,3% per i prodotti alimentare e dello 0,3% per quelli non alimentari.
Nel confronto con luglio 2014 si registra una variazione positiva del 3,5% per il valore delle vendite delle imprese della grande distribuzione, mentre più contenuto è l’aumento registrato dalle imprese operanti su piccole superfici (+0,2%).
In particolare, per quanto riguarda gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare, si registrano aumenti per tutte le tipologie distributive: ipermercati(+3,2%), supermercati(+3,6%) e discount(+5,4%)

Lascia un commento

Top