Classic Voice: Expo fa flop a teatro

Layout 1

Un’inchiesta del mensile Classic Voice rivela che visitatori di Expo 2015 hanno ignorato gli eventi di Milano e l’ampia offerta di spettacoli dal vivo che il capoluogo lombardo aveva predisposto in vista dell’Esposizione.
La testata pubblica in esclusiva i primi dati Siae relativi ai mesi da maggio a luglio. In questo periodo, contando su una grande affluenza turistica, Milano ha offerto 4.071 eventi (fra teatro, lirica, commedia musicale, balletto, arte varia, concerti classici, di jazz e di musica leggera) contro i 3.022 del corrispondente periodo nel 2014, con un aumento complessivo del 34,71%.
Calcolando anche gli eventi con ingresso gratuito, il pubblico è cresciuto soltanto del 14,19%, mentre la media di partecipanti a spettacolo è scesa dai 490 del 2014 ai 416 dell’anno in corso.
In particolare calano gli spettatori di concerti classici, teatro di prosa, balletto e concerti di musica leggera, mentre la lirica ottiene un risicato + 0,6%. La Scala, che aveva eccezionalmente programmato l’apertura anche in agosto, a fronte di un aumento dell’offerta del 41,5% nel semestre dell’Expo calcola (con le proiezioni per ottobre) un calo delle presenze medie del 5,6%.
Il sovrintendente Alexander Pereira ha dichiarato a Classic Voice che il semestre lascia al teatro un buco di circa di 600mila euro di mancati incassi alla biglietteria rispetto alle previsioni.

Lascia un commento

Top