Civilia Next, il consulente tech degli amministratori

Sarà la tecnologia il consulente speciale delle pubbliche amministrazioni: grazie all’analisi dei bigdata e dei dati geografici/anagrafici, i software e le business intelligence del futuro saranno in grado di supportare i processi di decision-making delle amministrazioni e la loro capacità di attuare politiche che rispondano alle esigenze dei cittadini e delle imprese. Ma se la Pa italiana vede come futuristico questo passaggio, la tecnologia è già pronta. E pure i prodotti.

Dedagroup ICT Network – player dell’ICT made in Italy con 15 aziende federate nel mondo e già 1600 enti italiani forniti, ha lanciato Civilia Next, che i promotori definiscono come la ‘ricetta’ per la Pubblica Amministrazione.

 

Sostenuta da un investimento di oltre due milioni di euro e dall’impegno di circa 20 professionisti dedicati al disegno, allo sviluppo e all’implementazione, di Civilia Next sono già stati resi disponibili i moduli per la gestione delle aree Affari generali (Atti formali, Protocollo e gestione documentale) e dei Tributi minori, attualmente in fase pilota presso diversi comuni italiani. A partire da giugno, e nel corso del semestre seguente, saranno finalizzati anche i moduli Demografia e Tributi, per arrivare al rilascio di tutta la suite entro la fine dell’anno.

 

 

Lascia un commento

Top