Una Cattolica sempre più internazionale

Università Cattolica

L’Università Cattolica del Sacro Cuore rileva una crescita di iscrizioni di studenti internazionali pari al 42% rispetto al 2014 solo per la prima metà degli arrivi dell’anno. L’ateneo si aspetta di accogliere un numero simile se non superiore di studenti internazionali a partire da febbraio per i programmi in partenza nel secondo semestre e in estate.
A partire dal 1° settembre fino al 15 sono previsti in Largo Gemelli circa 700 studenti da 70 Paesi diversi – dal Kirghizistan all’Honduras, dal Congo all’Australia, per citarne alcuni.
Di questi, 412 hanno scelto di trascorrere in Cattolica un semestre o l’intero anno accademico, mentre i rimanenti 288 si sono iscritti a un corso di laurea triennale, magistrale, a ciclo unico oppure a un master. Tra le facoltà più gettonate spiccano Economia, Scienze Linguistiche e letterature straniere e Scienze politiche e sociali.
Il 13% sul totale degli studenti in arrivo dall’estero è iscritto a Master della Cattolica. A guidare la classifica dei percorsi formativi più richiesti figurano: Luxury Goods Management, Corporate Communication, International Business e International Marketing Management.
Quanto alla top ten dei Paesi di provenienza a occupare il podio sono gli Stati Uniti con il 17%, al secondo posto la Turchia con l’8%, seguita da Francia e Spagna rispettivamente con il 7% e il 6%. La Cina si aggiudica la quinta posizione con il 5,5%, incalzata dalla Germania con il suo 4,4%. Completano la classifica il Messico (2,9%), la Colombia (2,8%), la Russia (2,4%), il Belgio e i Paesi Bassi (2,2%).

Lascia un commento

Top