Premio Marzotto: in finale anche le carrozzine di Marioway

marionway

Un educatore, un social angel, un professionista nella lavorazione dell’alluminio e un “customizzatore” di Harley Davidson. È il curioso team dietro alla lombarda Marioway, una startup che ha deciso di pensare ad un dispositivo medico “attivo” dedicato alle persone con paraplegia e che concorrerà per la vittoria del Premio Gaetano Marzotto, la più importante competition italiana dedicata al mondo delle startup e dell’innovazione.

Nella serata finale del 26 novembre, all’interno dell’UniCredit Pavilion, ci saranno anche questa particolari carrozzine che, utilizzando la base auto-bilanciante di un Segway, possono vantare un telaio derivato dal know-how motociclistico che permette alle persone con difficoltà motorie di guidare, senza l’utilizzo delle mani, un dispositivo con seduta ergonomica verticalizzante, effettuando ginnastica passiva e consentendo di comunicare stando alla stessa altezza degli occhi dei soggetti non affetti da disabilità.

Il team è al lavoro da due anni sulla terza generazione di prototipi che ha permesso di effettuare i primi test clinici sui “piloti” coinvolti all’inizio del progetto.
I prossimi passi prevedono l’ottenimento della certificazione come dispositivo medico (in vista di una commercializzazione prevista già entro l’inizio del prossimo anno) e lo sviluppo di due app: una per la riabilitazione, l’altra per la creazione di una social community tra i piloti.

Lascia un commento

Top