Campania Innovazione e 56CUBE insieme per le startup campane

56cube_piccoloCampania Innovazione, agenzia regionale per la promozione della ricerca e dell’innovazione, e 56CUBE, venture incubator di startup innovative digitali nel Sud Italia con sede a Fisciano, in provincia di Salerno, hanno trovato un accordo di collaborazione per promuovere interventi sul territorio con l’obiettivo di stimolare la ricerca e l’innovazione nel tessuto imprenditoriale regionale, valorizzare le competenze specifiche e facilitare l’accesso ai mercati e alle reti internazionali.56CUBE nasce all’interno dell’incubatore certificato Digital Magics quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, con l’obiettivo riproporre al Sud Italia lo stesso modello, grazie anche alla collaborazione con l’Università degli Studi di Salerno, con cui condivide ricercatori, risorse e laboratori. “L’accordo siglato tra Campania Innovazione e 56CUBE ha lo scopo di promuovere l’integrazione tra il mondo della ricerca e il tessuto imprenditoriale”, dice Guido Trombetti, vice presidente della Regione Campania con delega alla ricerca scientifica.

“A favore delle startup utilizzeremo l’ulteriore fondo messo a disposizione dal Piano di azione e coesione di 150 milioni per rilanciare il sistema produttivo campano”, ha detto Fulvio Martusciello, assessore alle attività produttive della Regione Campania. “Ci sono inoltre i 100 milioni previsti nella delibera di accelerazione della spesa destinati prevalentemente a reti d’impresa, startup e Pmi. Rilanciamo produttività e progettualità, grazie alla strategia regionale di supporto agli imprenditori e valorizzazione dei giovani con buone idee progettuali”.

Con questo accordo, l’incubatore di Salerno aderisce alla costituenda Rete regionale degli incubatori, coordinata da Campania Innovazione, per mettere a sistema esperienze, know how e competenze specifiche di tutte quelle realtà, private e pubbliche, che si occupano di supporto alla creazione di impresa, provvedendo al sostegno e all’erogazione di servizi innovativi. Sono 25 le strutture, fra classiche e modelli emergenti, che operano in Campania per sostenere l’innovazione, la nascita e lo sviluppo di nuove imprese digitali (incubatori, PST, fab lab, acceleratori, centri servizi). Più di 80 le aziende incubate, 36 non incubate, ma accompagnate, 89 spazi occupati e 86 disponibili fra incubatori, parchi scientifici e tecnologici.

“Siamo orgogliosi di poter collaborare con un partner come Campania Innovazione, attore indispensabile per lo sviluppo dell’innovazione nella nostra Regione”, dice  Gennaro Tesone, ceo di 56CUBE e partner di Digital Magics. “Sono convinto che questo accordo sarà la base per costruire un rapporto proficuo e duraturo per il tessuto delle neoimprese digitali campane. Il nostro incubatore e le nostre startup si impegneranno attivamente insieme alla Regione per sostenere i giovani talenti del Sud e per trasformare le loro idee innovative in aziende di successo”.

Lascia un commento

Top