Brexit: in Lombardia 500 imprese UK con 10 mld di fatturato

Brexit ilom

Brexit: in Lombardia ci sono 500 le imprese “inglesi” che valgono 10 miliardi di fatturato e 50 mila addetti. Negli ultimi tre anni 40 aziende hanno effettuato nuovi investimenti.

Cinquecento imprese a partecipazione o controllo britannico che valgono 10 miliardi e 50 mila posti di lavoro, sono ubicate in Lombardia. Per il 41% di esse la Brexit non avrà effetti sul business ma per il 35% sì. La Camera di commercio di Milano oggi  ne ha sentite circa 20 tra quelle milanesi. Che tipo di effetti si aspettano?

Se per il 23% non ci sarà alcuna conseguenza, per il 35% di esse le conseguenze della Brexit ricadranno su parte del business. Il 18% è sicura che i costi saranno più elevati, e le conseguenze maggiori si avranno sulle operazioni di import-export. Il 10% delle imprese inglesi in Lombardia prevede un calo del fatturato. Per il 60% il mercato italiano ed europeo manterranno la stessa rilevanza,mentre per il 24% si assisterà a un calo di business.

La Gran Bretagna è il quarto investitore per numero di imprese in Lombardia. Milano è la principale piazza con 392 imprese, che sviluppano 11 miliardi di fatturato e impiegano 43 mila addetti, seguita da Monza, Brescia e Bergamo con circa 20 imprese ciascuna e oltre mille addetti. Negli ultimi tre anni 40 aziende inglesi hanno attivato progetti di investimento sul territorio lombardo. Il 30% di questi progetti sono investimenti ad alto contenuto tecnologico. I dati sono elaborati da Promos e l’Osservatorio di Invest in Lombardy, il servizio per l’attrazione di investimenti esteri in Lombardia promosso da Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia, dal Sistema Camerale lombardo.
L’Inghilterra in totale vale un interscambio da 9 miliardi all’anno per le imprese lombarde, 5 derivanti da attività di export e 4 per attività di import, su un totale italiano di 33 miliardi. Milano prima con tre miliardi di scambi, seguita da Bergamo, Varese e Brescia, con circa un miliardo e Monza con oltre 600 milioni. Nel corso del 2015 il business è cresciuto dell’1,8%.

Lascia un commento

Top