Bomba o non bomba arriveremo a Roma…

L’ordigno, l’idea ‘bomba’ che rivoluziona la partecipazione diretta. La piattaforma elettronica verrà lanciata durante la Convenzione di Bologna della Marianna (25-26 febbraio) con il suo promotore Giovanni Negri, che verrà presentata il 26 febbraio alle 9 al Centro Congressi Best Western Hotel Tower di Bologna.

Una piattaforma elettronica di partecipazione diretta innovativa. E’ l’Ordigno, che verrà lanciato domenica 26 febbraio nel corso della Convenzione di Bologna della Marianna. Realizzato e concepito per sintetizzare in un unico “motore” una partecipazione allargata e trasparente attraverso la rete. Una piattaforma dove chi vorrà potrà scrivere, proporre iniziative, parlare, votare, eleggere, in una parola decidere. E senza che nessuno possa manipolare voti e deliberazioni. La Marianna sarà la prima associazione politica nella quale gli iscritti potranno votare in qualsiasi momento, con una certificazione esterna del loro voto, in antitesi a quella pensata dalla Casaleggio e associati. Nessun dato manipolabile dagli stessi controllori della piattaforma elettronica quindi, per garantire l’integrità delle votazioni in ogni loro parte. Dalla creazione delle schede elettroniche, allo spoglio passando attraverso alla trasmissione crittografata della scheda che potrà essere utilizzata per votazioni a scrutinio segreto o palese.

Ordigno verrà presentato domenica 26 febbraio alle 9, con Giovanni Negri, promotore della Marianna. Giulio Galetti, esperto di Information Security, interrogherà nell’ambito della presentazione dal titolo “E per deliberare? L’Ordigno e la conoscenza nell’era della post verità”, Silvestro Di Pietro, creatore di Ordigno, Umberto Rapetto e Antonio Palmieri (Presidente Intergruppo Parlamentare Innovazione).

Giulio Galetti ha sviluppato il suo percorso professionale in multinazionali informatiche come Xerox – Toshiba – Memorex Telex – Us Robotics e 3Com, Nella sua carriera ha ricoperto ruoli diversi nel Marketing e nella Direzione Tecnica occupandosi anche di Security applicata alle telecomunicazioni e alla Rete in particolare, Ha pubblicato testi tecnici di riferimento come “La Rete da Zero”. Recentemente ha pubblicato una trilogia noir che trae spunto proprio dall’Information Security: “La Trilogia del Professore” che si compone di tre volumi da 333 pagine ciascuno, “Fuori Pericolo” – “Sotto Tiro” – “Fine Corsa” per il gruppo editoriale L’Espresso.

Umberto Repetto: informatico, giornalista scrittore e finanziere italiano,e già comandante del Nucleo Speciale Frodi Telematiche. In Telecom Italia dopo essere stato consigliere strategico del presidente esecutivo, Franco Bernabè, e poi – in veste di Group Senior Vice President – direttore delle Iniziative e dei Progetti Speciali, ha lasciato alla fine del 2013 il colosso delle telecomunicazioni italiane in totale divergenza con le scelte del nuovo vertice aziendale. Dal giugno 2015 conduce la trasmissione televisiva “Il Verificatore” su Rai2. Attualmente è CEO di HKAO – Human Knowledge As Opportunity, startup operante nello scenario della sicurezza dei sistemi e delle reti, della riservatezza dei dati e del controspionaggio industriale con attività di consulenza, coaching, progettazione, formazione.

Antonio Palmieri: Attualmente capogruppo di FI-PDL presso la Commissione Cultura della Camera dei Deputati, è coordinatore dell’Intergruppo Parlamentare Sussidiarietà e cofondatore dell’Intergruppo Parlamentare Innovazione. In Parlamento segue da sempre i temi dell’innovazione, delle nuove tecnologie e dello sviluppo della società digitale. Nell’ottobre 2016 ha pubblicato con l’editore Franco Angeli il libro “Internet e comunicazione politica. Strategie, tattiche, esperienze e prospettive”.

Lascia un commento

Top