Blasting News tra i 250 siti più visitati al mondo

blastingnews

Blasting News entra nella classifica esclusiva dei 250 siti più grandi al mondo.

Facciamo la promozione a un concorrente? Siccome non siamo stupidi e pensiamo di essere dotati di buon senso, non c’è alcuna concorreza perchè Blasting News con la sharing economy ha creato un business di 68 milioni di lettori nel mese di agosto, pubblicando 16,000 articoli in 24 lingue differenti. In Brasile è il secondo sito di news del paese, secondo comScore; in Italia è il 28esimo portale più letto, secondo Alexa Ranking. Noi siamo solo dei “dilettanti” specializzati in Pmi. Scherziamo naturalmente. La  nostra informazione raggiunge puntalmente una nicchia di lettori interessati all’economia reale, delle Pmi e delle micro aziende artigianali. Blasting News è uno dei più importanti magazine globale ispirato alla sharing economy, entrato nella classifica dei 250 siti più grandi al mondo, secondo il ranking di Alexa. In Italia, sempre secondo Alexa, è 28° sito più letto del paese. Un risultato che apre prospettive inedite per la comunicazione globale, considerando che la start-up è stata lanciata solo tre anni fa da un giovane imprenditore italiano, Andrea Manfredi, ed ora ha la sede principale a Londra, con uffici a New York, San Paolo, Milano, Roma, e – a breve – Singapore.

UN MILIONE DI BLASTER

Per comprendere la storia di Blasting News biosgna interpretare i suoi numeri. In agosto il magazine ha superato i 68 milioni di lettori (utenti unici sul sito), quasi triplicando i 24 milioni di lettori che l’editore aveva raggiunto un anno fa. Questo risultato è stato possibile grazie ad 1 milione di Blaster (collaboratori freelance e lettori registrati, nel gergo di Blasting News), che hanno pubblicato 16,000 news originali ogni mese. In media, ogni articolo ha più di 700 condivisioni su Facebook, secondo Buzzsumo. In Brasile dopo soli 18 mesi dal lancio, il sito è stato classificato da comScore come il secondo editore digitale del paese nella categoria “General News”. “Blasting News è attivo in 34 paesi differenti, ognuno dei quali servito con un sito dedicato”, dice Manfredi, “Ora siamo focalizzati nell’acquisire una posizione rilevante nel mercato statunitense, per il quale abbiamo un piano di sviluppo aggressivo per i prossimi dodici mesi. Inoltre apriremo una base a Singapore, come fulcro per iniziare l’attività nell’area APAC: siamo interessati a espanderci in Australia e Giappone”. Un importante contributo alla recente crescita è stato dato dai Social Blaster, il primo network globale di digital influencer. Tre mesi fa, Blasting News ha introdotto il nuovo programma per mettere insieme i suoi scrittori ed un team di 400 digital influencer che possono condividere e diffondere i migliori contenuti pubblicati verso specifiche nicchie di lettori. “Il risultato – ha spiegato Manfredi – è una piattaforma unica all-in-one per i giornalisti freelance. Il programma Social Blaster è stata una grande vittoria per Blasting News, abbiamo intenzione di continuare a investire per far crescere questo progetto”.

Lascia un commento

Top