Bergamo vuole rimanere senza soldi

Bergamo vuole rimanere senza soldi. E’ questo il senso dell’iniziativa Cashless City, che promuove in tutta Italia il pagamento elettronico come strumento sicuro, veloce, versatile e, soprattutto, tracciabile.
E sarà proprio la Città dei Mille a fare da apripista: da oggi, infatti, scatta l’iniziativa che, con il supporto del Comune di Bergamo insieme a banche e imprese, premia i cittadini che scelgano il pagamento elettronico al posto del contante nei vari esercizi della città.

Incentivi – Per chiedere questo cambiamento nelle secolari abitudini dei bergamaschi, ovviamente sono previsti degli incentivi: il cliente, scaricando l’app e registrandosi sul sito di Cashless City, potrà fotografare ogni scontrino e partecipare all’estrazione di un buono d’acquisto giornaliero da 100 euro.
Anche l’esercente avrà i suoi vantaggi: caricando sul sito gli scontrini dei vari Pos, parteciperà all’estrazione settimanale di un premio da 500 euro.
Ma il vero scopo dell’iniziativa è il vantaggio che ne trarrà la comunità: il totale degli acquisti con carte di pagamento, effettuati in città contribuisce anche a migliorare l’efficienza di Bergamo. Al raggiungimento degli obiettivi mensili previsti dal progetto, ogni mese vengono realizzati servizi di pubblica utilità. Per sapere quanto manca al primo obiettivo, si può seguire il contatore delle transazioni presente nella homepage di Casless City.

E Bergamo si è posta come primo traguardo la creazione di uno spazio di coworking al Lazzaretto, già frequentato da giovani e associazioni.

Lascia un commento

Top