Bcs prosegue nella conquista dei Balcani

Dal 18 al 24 maggio scorso il gruppo BCS ha partecipato alla fiera dell’Agricoltura di Novi Sad, in Serbia esponendo proprio il marchio. La fiera costituisce uno degli eventi più importanti del settore agro alimentare per tutta l’area dei Balcani ed è dedicata ai seguenti ambiti: macchine ed attrezzature agricole, coltivazione di piante e relativi macchinari per la conservazione e lo stoccaggio, prodotti alimentari e bevande, zootecnia, macchine e impianti per l’industria agroalimentare. BCS è presente in Serbia da oltre 50 anni e anche quest’anno ha partecipato alla fiera con uno stand da oltre 300 mq in cui ha mostrato la propria offerta investendo e scommettendo sul mercato serbo. “BCS ha un’attività ormai storica nei Balcani, un’area del Mediterraneo che ci ha dato sempre molte soddisfazioni e sulla quale abbiamo intenzione di investire per il futuro”, spiega Carlo Cislaghi, direttore marketing e distribuzione BCS Group, “il mercato serbo infatti nei prossimi anni dovrebbe mostrare una crescita esponenziale grazie ai finanziamenti statali per l’agricoltura, l’ingresso nella Comunità Economica Europea e le multinazionali estere che, dato lo stabilizzarsi della situazione politica, sono sempre più propense ad investire capitali soprattutto nel sud del paese dove sono presenti vigneti e piantagioni di frutta. Noi che abbiamo già un’immagine consolidata in questo paese vogliamo mantenere e rafforzare questo primato legato alla qualità e all’affidabilità riconosciuta attualmente al marchio BCS”. Vedi anche http://www.btboresette.com/ferrari-i-trattori/#more-9333.

In particolare nell’area dei Balcani vengono venduti tutti i prodotti della gamma BCS, dalle motofalciatrici ai motocoltivatori, dalle falciacondizionatrici per il taglio del foraggio, alle macchine da manutenzione del verde, passando per i trattori specializzati. I prodotti BCS infatti si prestano in modo ottimale alle esigenze del territorio: al nord, nell’area pianeggiante vengono vendute le falciatrici a dischi, mentre al centro sud, nelle aree collinari si prediligono i monoassi e i trattori specializzati per vigneti e frutteti. Tutta la linea legata alla manutenzione del verde viene venduta alle municipalità sparse su tutto il territorio. La fiera ha rappresentato una piccola esposizione di tutti i macchinari agricoli BCS messi a disposizione del mercato serbo dall’azienda di Abbiategrasso e una conferma dell’importanza del mercato balcanico per la promozione del Made in Italy. BCS  può contare su tre stabilimenti di produzione in Italia (Abbiategrasso, Luzzara e Cusago) tutti certificati ISO 9001, e nel mondo è presente in tutti i continenti con distributori in oltre 100 Paesi e con sei filiali in Spagna, Portogallo, Germania, Francia, India e Cina.

Share

Lascia un commento

Top