Bank of China e Cdp insieme per le Pmi italiane

Cina: è stato siglato, alla presenza del Ministro dell’Economia e delle Finanze della Repubblica Italiana, Prof. Giovanni Tria, un accordo preliminare tra Cassa depositi e prestiti S.p.A. (CDP), l’Istituto Nazionale di Promozione italiano, e Bank of China Limited (BoC), una delle principali banche commerciali statali in Cina.

L’intesa – firmata dall’Amministratore delegato di CDP, Fabrizio Palermo, e dal Vice-presidente di
BoC, Lin Jinzhen – punta a favorire un’attiva collaborazione tra le due Istituzioni, in ambiti quali il
sostegno alle esportazioni, il finanziamento di progetti infrastrutturali e di sostenibilità ambientale, le
attività sui mercati dei capitali e la condivisione di esperienze e competenze, ai fini di una maggiore
conoscenza dei rispettivi modelli operativi.

Con questo accordo i due Istituti manifestano l’intenzione di svolgere un ruolo attivo nel rafforzamento del processo di internazionalizzazione delle imprese italiane in Cina, con particolare attenzione a quelle di dimensione medio-piccola, anche nell’ambito dell’iniziativa “Belt and Road” del Governo cinese. L’intesa prevede, inoltre, l’identificazione di ulteriori aree di cooperazione per garantire l’accesso al credito e ai finanziamenti di medio-lungo termine delle imprese italiane esportatrici, anche con eventuali emissioni in valuta locale nel mercato dei cosiddetti “Panda Bond”.
Con questo accordo CDP intende giocare un ruolo attivo, concreto e innovativo a sostegno delle
imprese italiane operanti in Cina. Garantire l’accesso al mercato dei capitali per le aziende italiane
impegnate all’estero rappresenta un elemento cruciale per la competitività del sistema-paese, in un
contesto globale sempre più sfidante, articolato e complesso.

La cerimonia si è svolta presso la sede centrale di BoC a Pechino, alla presenza, per parte cinese,
anche dell’Amministratore delegato e Chairman del Consiglio di Amministrazione, Liu Lian Ge, e del
Presidente, Chen Siging.

Top