Il bando per le Pmi che guardano all’estero

Arrows pointing to different countries of the world on a crossroads sign

Il Ministero dello Sviluppo Economico della Repubblica Italiana ha pubblicato il bando con cui sono state definite le modalità operative e i termini per la richiesta e concessione di voucher per l’Internazionalizzazione e il sostegno delle Pmi e le Reti d’Impresa.

Si tratta di un contributo a fondo perduto a copertura di servizi erogati per almeno 6 mesi alle pmi che intendono guardare ai mercati oltreconfine attraverso una figura specializzata (il cosiddetto Temporary Export Manager) capace di studiare, progettare e gestire i processi e i programmi sui mercati esteri.

Potranno beneficiare del contributo micro, piccole e Medie Imprese costituite in forma di società di capitali, anche in forma cooperativa, e le Reti di imprese tra PMI, che abbiano conseguito un fatturato minimo di 500mila euro in almeno uno degli esercizi dell’ultimo triennio. Tale vincolo non sussiste nel caso di startup iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese.

Una quota delle disponibilità finanziarie è riservata alle PMI che hanno intrapreso un percorso di internazionalizzazione partecipando ai Roadshow per l’Internazionalizzazione organizzati da ICE-Agenzia e che hanno ricevuto da essa una valutazione di sufficiente potenzialità di internazionalizzazione con data non anteriore ai 3 mesi precedenti il termine per la presentazione della domanda.

Per quanto riguarda le scadenze scadenze, dall’1 settembre le pmi potranno registrarsi online sulla piattaforma informatica; dal 15 settembre, dopo aver acquisito la password di accesso con la procedura di registrazione, le aziende potranno completare la domanda di accesso alle agevolazioni. Le istanze di accesso finalizzate e firmate digitalmente dovranno essere presentate online entro e non oltre le 17:00 del 2 ottobre.

 

Lascia un commento

Top