Mise e M5S mettono a disposizione 40 milioni per le pmi

E’ iniziato il conto alla rovescia per gli imprenditori che vogliono accedere al Fondo di Garanzia PMI per ottenere un microcredito. A inizio aprile verrà fissato un click day per inoltrare la domanda al Mise. L’iniziativa permetterò agli imprenditori di ottenere prestiti fino a 35 mila euro, restituibili in 7-10 anni, per autonomi, pmi, micro imprese, professionisti, singoli imprenditori, che hanno intenzione di aprire una nuova attività.

A disposizione un totale di 40 milioni di euro, 30 messi a disposizione dal ministero dello Sviluppo Economico, e 10 dal Movimento 5 Stelle, attraverso il Fondo di Garanzia per le pmi.

Il bando per il Microcredito finanzia persone singole, società di persone, Srl semplificate, associazioni, cooperative per l’avvio o l’esercizio di attività di lavoro autonomo o di Microimpresa, società tra professionisti. La caratteristica del microcredito è che non sono necessarie le garanzie che vengono normalmente richieste per un prestito bancario. Ogni richiedente può ottenere un prestito da 25 a 35 mila euro, prevedendo un’erogazione frazionata che subordina i versamenti successivi al pagamento puntuale delle ultime rate e lo sviluppo del progetto finanziato, attestato dal raggiungimento di risultati intermedi.

La restituzione è fissata in 7 anni o 10 anni per progetti formativi, con piano di rate trimestrali. È possibile ottenere la garanzia del Fondo per le pmi fino all’80% del finanziamento, e una controgaranzia, sempre all’80%, su un importo garantito da Confidi o da un altro fondo.

Il riferimento normativo è il decreto ministeriale 24 dicembre 2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3 febbraio 2015.

 

Lascia un commento

Top