Assonotai Lombardia vuole digitalizzare la professione

assonotai

Assonotai Lombardia ha deciso di entrare a far parte dell’ “Osservatorio Professionisti e Innovazione Digitale” della School of Management del Politecnico di Milano con l’obiettivo di diffondere una maggiore digitalizzazione degli studi professionali.

Monitorare la digitalizzazione degli studi professionali evidenziando i trend evolutivi e la propensione a investire in tecnologie informatiche. E’ questo l’obiettivo principale dell’Osservatorio a cui h deciso di aderisce Assonotai Lombardia. La forte concentrazione sul territorio e la grande attenzione al mondo digitale sono il patrimonio messo a disposizione dall’associazione sindacale per una proficua collaborazione a vantaggio di tutto il mondo delle professioni e in particolare dei notai. Secondo uno studio dell’Osservatorio sul 2015, oltre il 40% dei professionisti italiani ha intenzione di realizzare investimenti in digitalizzazione, ritenuta uno strumento per lo sviluppo dello studio. In generale, le nuove tecnologie sono viste sempre più come un alleato nella ricerca dell’’efficienza interna e dell’’efficacia verso il mercato di riferimento. I 150 mila studi di avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro hanno speso complessivamente 1,1 miliardi di euro per l’ICT, in media 9 mila euro ciascuno, quasi il 50% in più rispetto alle previsioni dichiarate per il 2014.

L’Osservatorio si concentra sulla ricerca e in particolare verranno realizzate tre verticalizzazioni tematiche che permetteranno di: analizzare gli impatti tecnico-normativi, organizzativi ed economico-finanziari del cloud negli studi professionali; analizzare gli strumenti e i servizi che potrebbero offrire (o stanno già offrendo) i professionisti, sfruttando gli smart data analytics, declinazione per gli studi del più ampio tema dei big data; mappare le competenze digitali necessarie ai professionisti per poter lavorare con perizia nello studio professionale digitale. I rapporti dell’Osservatorio, che sintetizzano le ricerche effettuate, sia a livello complessivo, sia a livello di singola professione sono disponibili su www.osservatori.net

Lascia un commento

Top