Assologistica ritiene iniqua la Tari

assologistica

Assologistica ritiene una beffa la Tari e lo ribadisce attraverso le parole del suo presidente Carlo Mearelli che prende una posizione netta su una indebita tassazione che alcuni Comuni impongono alle imprese di logistica nelle operazioni di gestione dei magazzini.

“Alcuni Comuni impongono una tassazione non dovuta, in quanto le imprese smaltiscono per imposizione di legge i rifiuti, conferendoli a società specializzate nel trattamento, non avendo i comuni stessi capacità di tali operazioni” dichiara il presidente di Assologistica.

“Danno e beffa in quanto oltre al dovuto pagamento alle ditte specializzate, le imprese vengono chiamate a pagare anche la tassa dei rifiuti solidi urbani, assimilando tale imposta al normale trattamento dei rifiuti prodotti nelle abitazioni come nei negozi”, prosegue Mearelli.

“Parliamo di decine di milioni di euro sottratti alle imprese, su cui Assologistica apre un contenzioso sull’intero territorio nazionale. Alcuni comuni per fare cassa interpretano le regole vessando le imprese che utilizzano per le loro attività superfici enormi, tassandole in funzione dei metri quadrati utilizzati. Abbiamo dato mandato ad uno studio legale di adire contro tali ingiustizie che penalizzano i bilanci di centinaia di imprese”.

Lascia un commento

Top