Intesa Sanpaolo porta Arti Grafiche Boccia a Expo

Bccia

Ci sarà anche Arti Grafiche Boccia a Expo. L’azienda salernitana, attiva nel settore grafico e di stampa, è tra le aziende selezionate da Intesa Sanpaolo per la partecipazione all’Esposizione Universale all’interno dello spazio espositivo The Waterstone.

Oltre a mostrare il processo grazie al quale l’impresa ha saputo diversificare i suoi prodotti (aprendosi anche alla stampa per l’agroalimentare), Arti Grafiche Boccia a Milano porterà il suo piano di investimento tecnologico che gli ha permesso di resistere alla crisi: negli ultimi cinque anni, infatti, l’azienda ha investito oltre 54 milioni in macchinari e tecnologie.

Recente è l’acquisto della rotativa Cerutti S96, che ha permesso a AGB di consolidare il parco macchine e di generare notevoli economie di scala, garantendo la possibilità di trasferire l’esperienza dell’area quotidiani alla Grande Distribuzione Organizzata. Di notte gli impianti sono usati per la stampa di quotidiani locali, nazionali e internazionali mentre di giorno l’impianto è utilizzato per gli stampati della Gdo, con tempi di realizzazione dei relativi prodotti assimilabili a quelli dei quotidiani e modularità di foliazioni, fino a novantasei pagine tutte a colori con possibilità di cambi, anche di singole pagine, sin da 1000 copie particolarmente vantaggiosi.

La progettazione e realizzazione di prodotti e servizi innovativi sarà perseguita nel prossimo futuro con una serie di azioni: dall’adozione di una startup, alla definizione di intese con docenti e dipartimenti universitari finalizzate anche a consolidare l’alleanza con le start up, fino a nuove iniziative di raccordo tra arte e industria, sul modello di quelle già realizzate da Agb negli ultimi anni.

“La chiave per rispondere alla crisi non è resistere ma agire”, sottolinea l’amministratore delegato dell’azienda Vincenzo Boccia. “Fare impresa significa trasformare i vincoli in opportunità. E’ accaduto a suo tempo con l’avvento di Internet, quando anziché deprimerci per i rischi di contrazione del mercato della carta stampata, abbiamo ampliato la nostra visione. I dati dei clienti ora arrivano in fretta, dal mercato macroregionale di vent’anni fa siamo passati a quello europeo. E Salerno, con la sua posizione al centro tra l’Europa e il Mediterraneo, costituisce una grande piattaforma strategica”.

Lascia un commento

Top