Ardian vende il 46% di KOS a Cir e F2i

a

Ardian vende il 46,7% di Kos a Cir e F2i , che dopo l’operazione deterrà il 37,3% della società, mentre CIR salirà dal 51,3% al 62,7%. Previsto l’ingresso di investitori finanziari internazionali in F2i Health Management (FHM), veicolo di investimento appositamente costituito da F2i.

CIR-Compagnie Industriali Riunite S.p.A. e F2i hanno raggiunto un accordo con Ardian per acquistare  da quest’ultima per € 292 milioni il 46,7% di KOS, società del gruppo CIR tra i principali operatori nazionali del settore socio-sanitario. In dettaglio, al perfezionamento dell’operazione, F2i Health Management, società controllata dal secondo Fondo F2i, acquisterà da Ardian una quota di KOS per € 240 milioni, mentre CIR rileverà la parte restante
per € 52 milioni. Contestualmente, CIR rileverà le quote residue del management e di altri azionisti
minoritari per € 33 milioni. CIR, pertanto, passerà dall’attuale 51,3% al 62,7% del capitale di KOS per un
investimento complessivo di € 85 milioni e F2i deterrà il 37,3%.

E’ previsto che all’operazione possano aderire alcuni operatori finanziari internazionali mediante ingresso in
F2i Health Management con una quota di minoranza. In tal caso l’impegno finanziario complessivo di F2i
potrà ridursi fino a € 180 milioni. In base all’accordo, al perfezionamento dell’operazione, CIR e F2i si sono impegnate a stipulare un patto parasociale che principalmente disciplini, in termini di governance, il diritto di F2i di nominare tre consiglieri di amministrazione su otto, tra cui il presidente. Sono inoltre previsti il voto a maggioranza qualificata su materie di particolare rilevanza e il contributo di F2i sulle scelte relative al management.

F2i entra in un’azienda leader di mercato, per dimensione e qualità del servizio erogato, e con significative
prospettive di crescita mediante aggregazioni in un settore fortemente frammentato. Crescita e
miglioramento costante dell’efficienza e della qualità sono le caratteristiche tipiche delle società su cui F2i
concentra la propria attenzione. CIR, in questa nuova fase di sviluppo, potrà contare sul supporto di un investitore industriale qualificato e di medio-lungo periodo come F2i. Il management di KOS si è impegnato a reinvestire nella società una parte dei proventi derivanti dall’operazione.

Il closing dell’operazione, una volta ottenuta l’approvazione dell’Autorità garante della concorrenza e del
mercato, è previsto nel mese di maggio. KOS, società costituita da CIR nel 2002, è uno dei principali operatori nazionali del settore socio-sanitario con circa 80 strutture, circa 7.300 posti letto e oltre 5.000 dipendenti in Italia. La società, che opera nei settori delle residenze sanitarie assistenziali, della riabilitazione e delle cure oncologiche, diagnostica e gestioni ospedaliere, è anche attiva in Regno Unito e India.

 

Lascia un commento

Top