Archos presenta PicoWAN, le spine che fanno da wifi

picowan

Forte dei risultati del Q3 – del 30% più alti rispetto allo stesso periodo del 2014 – Archos presenta PicoWAN, il primo RF network LP-WAN (Low Power – Wide Area Network) per oggetti connessi: collaborativo, globale, internazionale e disponibile a un prezzo estremamente vantaggioso.

La chiave di questa innovazione è un protocollo di comunicazione wireless di rete basato sull’utilizzo di pico-gateway che si presentano sotto forma di spine intelligenti connesse ad Internet via WiFi o Ethernet ed hanno un costo di 100 volte inferiore a quello delle antenne installate sui tetti. PicoWAN pianifica di distribuire gratis fino a 200.000 pico-gateway entro la fine del 2016 per garantire la distribuzione di una rete globale in tutta Europa e verrà lanciato a partire da giugno 2016.

PicoWAN offrirà un piano di abbonamento che partirà da 50 centesimi di euro all’anno per oggetto connesso. PicoWAN riverserà a tutti quelli che utilizzeranno questa tecnologia (o i pico-gateway) fino al 50% dei profitti ottenuti dalle connessioni che passano attraverso i pico-gateway.

Ma, soprattutto, il software integrato negli oggetti connessi sarà disponibile gratuitamente per tutti gli sviluppatori e system integrator che operano su mercati verticali o consumer e che potranno così impostare il proprio network IoT. Questa tecnologia faciliterà il lancio di diversi oggetti connessi in tutti i settori (salute, agricoltura, domotica, industria e molto altro ancora), grazie al supporto del network PicoWAN disponibile in qualsiasi luogo.

Per avere una dimostrazione di questa nuova tecnologia l’appuntamento è fissato per il Mobile World Congress, che si terrà a marzo 2016 a Barcellona.

Lascia un commento

Top