Le imprese fiorentine invocano il potenziamento del Vespucci

aeroporto-vespucci-firenze

In vista della scadenza del bando sulle grandi opere, i cui cantieri devono partire entro fine anno per accedere ai finanziamenti statali, le imprese toscane e la Camera di Commercio di Firenze scrivono una lettera aperta per invocare l’inizio dei lavori all’aeroporto Vespucci, considerato un vettore irrinunciabile per lo sviluppo economico della città metropolitana.

Riportiamo integralmente l’appello della Camera di Commercio:

“Solo un territorio dotato di infrastrutture adeguate, innovative e ambientalmente sostenibili può competere a livello globale, creare ricchezza e nuovi posti di lavoro. Con questa consapevolezza le imprese della Città metropolitana fiorentina s’impegnano a sostenere lo sviluppo dell’aeroporto di Firenze, principale porta d’accesso internazionale di tutta la Toscana centrale.

Allo stesso tempo chiedono a tutte le istituzioni nazionali e locali, alle forze politiche, ai comitati, ai singoli cittadini, di adoperarsi perché quest’opportunità di rilancio per il nostro territorio non sia rinviata di nuovo, non venga strangolata dalla burocrazia, non sia ostaggio dei veti delle minoranze organizzate del non fare.

La legge ha indicato il termine del 31 dicembre per far partire i cantieri delle grandi opere, fra le quali rientra il potenziamento del Vespucci: le imprese fiorentine pretendono che questa data venga assolutamente rispettata, è in gioco lo sviluppo del nostro territorio, che è un bene comune non negoziabile, perché riguarda il futuro di tutti.

Con il futuro di Firenze non si può scherzare: difenderlo è un nostro diritto e un nostro dovere di imprenditori e di cittadini”.

Lascia un commento

Top