Ance e Puglia gettano le basi per la rigenerazione urbana

rigenerazione urbana

La rigenerazione urbana, il rilancio delle periferie e l’intervento dei privati: sono stati questi i principali temi del confronto organizzato da Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) Foggia con l’assessore alla pianificazione territoriale della Regione Puglia Anna Maria Curcuruto che si è tenuto ieri a Foggia.
L’associazione guidata dal Presidente Gerardo Biancofiore (che è anche Presidente del gruppo PMI Estero dell’ANCE) ha acceso i riflettori sull’importanza della rigenerazione urbana per il rilancio delle periferie e al contempo del settore edile nel corso del consiglio direttivo a cui sono stati invitati la Curcuruto, il direttore Legislazione mercato Privato dell’Ance Marcello Cruciani, i rappresentanti dell’Arca (edilizia popolare) e i Sindaci della Provincia di Foggia.

“La rigenerazione della città è un’attività che mira non solo a una riqualificazione fisica, necessaria per rilanciare l’immagine urbana, a livello estetico, ma è affiancata da interventi di natura culturale, sociale, economica e ambientale, finalizzati a un incremento della qualità della vita, nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale e di partecipazione sociale”, ha dichiarato Gerardo Biancofiore. “Oggi più che mai il tema della rigenerazione urbana si incontra con quello di periferie che si sentono sempre più abbandonate dallo Stato e in cui in città medie come Foggia la criminalità e in grandi città anche il terrorismo trovano terreno fertile. L’Assessore Curcuruto nei suoi anni a Bari ha compreso tutto questo e ora ci aspettiamo che lo faccia anche per l’intera Puglia. Una regione in cui abbiamo una normativa farraginosa che non ha incentivato negli ultimi anni in alcun modo le imprese a intervenire. Imprese che con regole chiare sono pronte a fare la loro parte”.

Lascia un commento

Top