Anaciday si presenta il 29 e 30 gennaio a Milano

image002 (4)

ll 29 e 30 gennaio, presso lo Studio 90 in via Mecenate a Milano, si apre l’ANACIDAY 2016 uno spazio espositivo di 3.000 mq in cui si alterneranno, decine di relatori tra dirigenti Anaci, Magistrati, Avvocati, opinion leader e ospiti istituzionali, con 44 stand su un’area di 2.000 mq riservati alle aziende del settore, per creare un importante momento di incontro con un target mirato di amministratori condominiali e immobiliari.

Il mondo del condominio fa tappa a Milano per una due giorni che mette al centro il building manager e la sua formazione professionale, le aziende del settore e le istituzioni locali per creare un’occasione di confronto e aggiornamento unica, fare il punto sulle problematiche più diffuse – come il ruolo degli impianti di riscaldamento rispetto all’inquinamento – e formulare idee e proposte nuove e originali.

IL CONDOMINIO HA BISOGNO DI UN MANAGER

Promosso da ANACI Milano e Anaci Lombardia col Patrocinio del Comune di Milano e della Regione Lombardia, in scia del ventennale appena concluso, l’ANACIDAY 2016 è un nuovo format che vuole rispecchiare i cambiamenti avvenuti nel corso degli ultimi anni che hanno trasformato l’amministratore di condominio in un vero e proprio manager, chiamato a gestire un bene così importante come la casa con una visione improntata al futuro, proprio come avviene nelle aziende di successo. Sono oltre 20 i relatori, tra esperti, docenti e rappresentanti delle istituzioni locali, a cominciare dal Vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala a Pierfrancesco Maran, Assessore alla Mobilità e all’Ambiente della città di Milano, che interverranno per illustrare le ultime novità che caratterizzano i recenti decreti che riguardano la professione, gli aspetti tecnici legati alla contabilizzazione degli impianti termici e agli interventi di riqualificazione energetica, passando per i rapporti con la pubblica amministrazione e le novità legate ai termini del contenzioso.

“Consapevoli del nuovo ruolo che l’amministratore assume oggi più che mai all’interno del sistema condominio”, spiega Claudio Bianchini, presidente di ANACI Lombardia, ANACI vuole creare un’occasione di incontro aggiornamento e formazione capace di rendere la figura professionale dell’amministratore sempre più competente nell’affiancare i condòmini ad affrontare scelte complesse e sempre più importanti quali la riqualificazione energetica, la casa sostenibile, la sicurezza degli edifici. Questioni che riguardano sia il benessere abitativo che quello urbano, e che toccano il valore stesso degli immobili, e quindi il patrimonio delle famiglie. Un insieme di linee guida che Anaci ha già incorporato e sottoscritto con la Carta per L’Ambiente presentata in occasione di Expo 2015”

Lascia un commento

Top