AmCham cerca aziende pugliesi per internazionalizzare

amcham

Si chiama Giandomenico De Tullio, partner dello studio legale “De Tullio Law Firm”, il rappresentante pugliese di AmCham Italy, la Camera di Commercio americana in Italia, che ha il compito di fungere da raccordo tra le imprese pugliesi interessate ad avviare il processo di internazionalizzazione verso gli Stati Uniti e AmCham Italy, che supporta le attività internazionali delle aziende italiane.

La presentazione dell’iniziativa sta avvenendo presso la Confindustria di Bari alla presenza del Presidente di Confindustria Puglia, Domenico Favuzzi, il Console per gli Affari Economici dell’Ambasciata  americana in Italia, David Zimov, il Presidente di AmCham Italy, Stefano Venturi, e il Consigliere Delegato di AmCham Italy, Simone
Crolla. E’ prevista anche la presenza di esponenti del Gruppo San Domenico  Hotels, di Angelo Investments (proprietaria di Mermec e Blackshape) e di DHL Global Forwarding per presentare alcuni Case Studies utili a comprendere le potenzialità e l’importanza che gli Stati Uniti hanno per lo sviluppo dell’economia pugliese.
“Siamo felici di poter riattivare il nostro Chapter Puglia, considerando la dinamicità e le potenzialit àdel tessuto
economico pugliese”, ha detto Stefano Venturi, presidente di American Chamber of Commerce in Italy, ad di Hewlett Packard Enterprise in Italia, “che rappresenta il 2,2% delle esportazioni italiane verso gli Stati Uniti
per un valore di circa 800 milioni di dollari. Si tratta di una importante occasione per poter presentare le opportunità commerciali e d’investimento presenti sul territorio americano e per ribadire la presenza di AmCham come interlocutore per le realtà pugliesi interessate ad approcciare gli Stati Uniti con l’obiettivo di ampliare il loro business”.

“Il nostro obiettivo”, ha detto il consigliere delegato di American Chamber of Commerce in Italy Simone Crolla,
è quello di accompagnare lo sviluppo sul territorio americano delle aziende pugliesi come  il Gruppo San Domenico  Hotels, Mermec e Blackshape, che rappresentano la forza e la bellezza del ‘Made in Italy’ meno conosciuto, ma tecnologicamente più avanzato”. “Durante il 2015 oltre la metà dell’export pugliese diretto verso il mercato statunitense, è  stato rappresentato dal solo settore aerospaziale”, ha detto De Tullio. “Il primo semestre 2016 mostra segnali di rallentamento dell’export pugliese, dato in flessione del 2,7%. I dati Istat evidenziano che tale flessione si evidenzia soprattutto nei confronti dei paesi extra UE (-10,9%). La Puglia che si candida ad ospitare il G7 dei Ministri Finanziari e che vanta numerose eccellenze in ambito imprenditoriale, può e deve invertire questa tendenza”

Lascia un commento

Top