Al Padiglione del vino il premio Class Expo

Vino (500x333)

Con i suoi oltre 21 milioni di visitatori, Expo ha leggermente superato le ambiziose attese della vigilia. E, con lui, anche il Padiglione VINO A Taste of ITALY ha potuto chiudere il bilancio in positivo, forte dei suoi 2,1 milioni di ingressi, di cui il 20% provenienti dall’estero.

Un risultato eccezionale, con più di 3600 etichette proposte per 150 mila bottiglie e circa 800 mila degustazioni tra Enoteca del Futuro – Biblioteca del Vino, “Vino is Aperitivo”, eventi, seminari, workshop, wine tasting e visite di delegazioni internazionali e della stampa: 2000 le aziende che hanno presentato i loro vini e più di 500 gli eventi e i convegni promossi nelle Sale Convivium e Symposium. Per questi motivi sabato a Milano, presso l’Unicredit Pavilion, Veronafiere-Vinitaly ha ricevuto il Premio Class Expo Pavilion Heritage Awards per il migliore Padiglione di un Unico Prodotto Alimentare.

Ma, come hanno detto i responsabili di Veronafiere, l’Expo non finisce qui.

“L’Expo non finisce oggi per noi”, ha affermato il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese. “Il Padiglione è stato, grazie anche alle numerose delegazioni istituzionali e commerciali presenti, sia italiane che straniere, una straordinaria occasione di relazioni per la Fiera di Verona che può metterle a sistema a favore della propria attività, delle aziende e associazioni di categoria dei settori nei quali opera”.

“A partire dal 50° Vinitaly, in programma a Verona dal 10 al 13 aprile prossimi, inizierà un percorso lungo il quale porteremo la conoscenza, la cultura e il fascino del vino italiano e dei suoi territori, che attraverso di esso abbiamo raccontato, direttamente all’attenzione di altri paesi interessati dalle iniziative del Vinitaly International o che ci faranno richiesta per eventi legati alla promozione del made in Italy”, ha specificato il direttore generale, Giovanni Mantovani.

Lascia un commento

Top