After. L’Aquila per un nuovo progetto di vita

Martedì 6 novembre 2012 alle ore 17 presso la sala mostre e convegni Gangemi Editore, verrà presentato il volume After. L’Aquila per un nuovo progetto di vita, a cura di Patrizia Ferri, pubblicato per i tipi della Gangemi Editore. After è esattamente il contrario di quanto è successo all`Aquila dopo il terremoto. È a suo modo un progetto riparatore per una popolazione di cui è disposto, in nome dell`emergenza, della vita, sradicandola dai luoghi della memoria e privandola della possibilità di ricostruire con i propri mezzi ciò che la natura le aveva tolto. […] Con After, e proprio in nome della cultura sottratta a questa comunità, invece, si prova a ripartire, a ripensare il futuro e il tessuto urbano assieme. Si tenta di immaginare di nuovo una vita collettiva, un intreccio di visioni del mondo, di esperienze, di emotività grazie al potere contaminante e sintetico dell`arte contemporanea. [dalla prefazione di Walter Veltroni] After è un progetto aperto con critici, artisti, architetti, urbanisti, sociologi per l`urgenza della città, per delineare un nuovo disegno di vita a partire dalle esigenze interiori e dalle visioni sentimentali, come realtà da condividere nella problematicità degli eventi catastrofici. Una ricostruzione che parta dalla necessità di uscire dalla stasi per un progetto etico dell`abitare che ripristini una continuità tra passato e futuro. Un inedito progetto condiviso per “nuove e vecchie città” dove proprio voi abitanti avrete un ruolo primario a fronte dei vostri desideri e aspettative. Faremo in modo, con il vostro contributo, che L`Aquila possa essere il primo esempio di una città pensata come una vera e propria opera collettiva, per realizzare il sogno ad occhi aperti della ricostruzione. […] Per un`idea di abitare come trasformazione e non semplice narrazione sociale e urbana, risultato di una volontà progettuale e politica nel senso etimologico del termine. [dalla premessa di Patrizia Ferri]

Interverranno alla presentazione: Fabio Briguglio, architetto progettista e curatore indipendente; Paolo Colrossi, urbanista, ordinario di Tecnica e Pianificazione Urbanistica, Sapienza Università di Roma; Mario De Candia, critico d’arte e giornalista. Sarà presente la curatrice.

Lascia un commento

Top