Delphix migliora la digital experience dei clienti Fastweb

Fastweb

Fastweb, realtà italiana del settore telecomunicazioni, annuncia la sua collaborazione con Delphix, azienda di primo piano del settore Data-as-a-service (DaaS), nell’ottica di migliorare la digital experience dei propri clienti attraverso un’offerta continuativa. Delphix DaaS aiuta Fastweb a velocizzare il time-to-market dei prodotti e dei servizi, riducendo i tempi di fornitura da più di una settimana a un paio d’ore. Grazie a Delphix DaaS, Fastweb inoltre ha migliorato la qualità dei dati, consentendo ai team di sviluppatori di individuare più bug nel corso del ciclo di sviluppo.

Delphix consente agli sviluppatori e ai tester di aggiornare oppure di resettare i dati relativi all’offerta on demand attraverso un accesso self service, fornendo dati freschi quotidianamente, invece di aggiornamenti mensili come accadeva precedentemente. Così Fastweb ha quasi eliminato gli errori data-driven, i test di integrazione sono cambiati e sono state attivate fonti (circa 40) contenenti numerosi dati che possono essere forniti e riprogrammati simultaneamente in qualsiasi momento, nel giro di pochi minuti.

Nel 2013 Fastweb ha intrapreso un programma di modernizzazione per incrementare la flessibilità, ottimizzare le infrastrutture e il supporto Dev0Ps e l’offerta continuativa, visto che il settore è altamente concorrenziale e c’era la necessità di migliorare il servizio (articolato in quattro canali – telefono, internet, tv e cellulare) agli oltre 2 milioni di clienti professionali e privati.  Il nuovo programma richiedeva cicli di sviluppo più brevi, accesso rapido ai dati e ambienti di sviluppo flessibili.

Con la scelta di Delphix per virtualizzare i dati, Fastweb ha risparmiato molto in termini di spesa per capitale – il budget che sarebbe stato speso per extra archiviazione è stato riallocato per attivare la piattaforma Delphix, evitando così i costi di 150 terabyte (TB) di produzione dati e tagliando i dati di non-produzione dell’80%, risparmiando quindi un totale di 250TB lordi di archiviazione.

Fastweb possedeva risorse limitate, e, con più di 100 applicazioni, 300 database e integrazioni complesse, non era facile gestire la situazione. “Serviva una settimana per fornire un ambiente per il progetto di un’unica applicazione, e in questo intervallo di tempo gli sviluppatori non potevano lavorare, e questi difetti comparivano nei sistemi live” ha dichiarato Marco Guadagnini, operation infrasctructure manager di Fastweb. “Con uno scenario globale caratterizzato da una forte competizione tra i vari fornitori, volevamo arrivare a una cultura di innovazione continua”, ha proseguito Guadagnini. “Grazie a Data as a Service, le operazioni minori adesso possono essere risolte nell’arco di giorni, mentre prima richiedevano settimane. I test di integrazione adesso sono on demand, cosa che prima sarebbe stata inimmaginabile. Delphix ha reso possibile una vera offerta continuativa, rendendoci una realtà più competitiva, migliorando la qualità dei nostri servizi e sostenendoci nella crescita delle nostre attività”.

 

Lascia un commento

Top