A Carter & Benson il premio Isimbardi 2013 per il sociale

williamgriffiniPer Carter & Benson impegnarsi socialmente non è uno slogan. Né tantomeno uno status. Ma può essere un diritto e un’opportunità, il coraggio di mettersi in discussione, rinunciare, condividere, l’occasione di ognuno per ritagliarsi nella sfera personale uno spazio in cui poter dare. Certi che ciò che si fa è utile, ciò per cui si lotta aiuta, che quello che non si vede vale spesso molto più di ciò che si vede. Istituito dalla Provincia di Milano nel 1953, inserendosi all’interno del progetto Giornata della Riconoscenza, il premio Isimbardi viene assegnato a cittadini e associazioni che si siano distinti per il loro operato in vari ambienti appartenenti al mondo della cultura, dell’arte, dello sport, del sociale, dell’economia. Quest’anno alla presenza del Vescovo ausiliare Monsignor Erminio De Scalzi, è stata premiata anche Carter & Benson.

Per la società specializzata in executive search è una conferma di un lavoro in cui ha fortemente creduto. Il premio fa riferimento a due iniziative specifiche di Carter & Benson legate entrambe all’Associazione Nazionale per la Tutela della Fanciullezza. Carter & Benson si è adoperata nella richiesta alle aziende di cui è fornitore e consulente per trasformare il consueto regalo natalizio in regali, giochi, libri e materiale ludico e scolastico da donare ai piccoli ospiti dell’Associazione. “Abbiamo visto, con estrema soddisfazione, i nostri clienti prima di tutto accogliere con entusiasmo la proposta e in seguito intervenire in prima persona o tramite terzi per fare fronte con convinzione e generosità alle aspettative, supportati dalla nostra squadra”, dicono in Carter & Benson. “Un team che dall’interno ha coadiuvato, gestito e ottemperato ai passaggi tecnico pratici, facendosi carico di far arrivare i regali a destinazione.”

Sulla scia della calorosa risposta ottenuta il team di Carter & Benson ha deciso di dedicare un giorno al mese all’Associazione, collaborando attivamente e in prima persona nelle attività quotidiane. “Un indiscutibile successo di team ma soprattutto un messaggio importante”, dice William Griffini, partner e ceo della società. “Un segnale chiaro e ben definito di apertura verso un sociale riconoscibile e accessibile a tutti, senza strumentalizzazioni o banali pretesti che possano agire da alibi. Un lavoro di squadra che più di ogni altra cosa arricchisce tale riconoscimento di un valore ancor più elevato”.

In questi ultimi anni Carter & Benson si è impegnata a favore di diverse strutture e gruppi come la Fondazione Champions for Children (Onlus a sostegno e tutela delle condizioni di crescita, formazione ed educazione di bambini e giovani in stato di bisogno nei paesi in via di sviluppo e in quelli colpiti da calamità naturali), il Progetto Emo-casa (associazione contro leucemia e altre emopatie maligne per ricerca clinica e terapia domiciliare), Croce Bianca Milano. Non ultime, inoltre, da ricordare la partecipazione al pool di aziende a sostegno del ricollocamento di figure professionali de L’Aquila dopo il terremoto dell’aprile 2009 e il supporto del Progetto Nazionale per l’Etiopia promosso da AIESEC a fianco di aziende multinazionali come Microsoft e KPMG.

Lascia un commento

Top