Stefano Azzali Presidente di IFCAI

Federazione Internazionale che raccoglie 52 istituzioni arbitrali

Dalla Cina all’India, dalla Russia agli USA

Importante riconoscimento dei progressi fatti dall’Italia in materia di arbitrato
Milano, 17 ottobre 2017. Stefano Azzali, Segretario Generale della Camera Arbitrale di Milano, Azienda speciale della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, è stato nominato Presidente dell’IFCAI, l’International Federation of Commercial Arbitration Institutions.

La nomina è stata ufficializzata dall’Assemblea Generale della Federazione, riunitasi ieri a Hong Kong. Stefano Azzali succede alla venezuelana Diana Droulers, rappresentante della Camera Arbitrale di Caracas.

IFCAI è una federazione di istituzioni arbitrali a cui aderiscono 52 Camere Arbitrali provenienti da tutto il mondo. Lo scopo della Federazione è stabilire e mantenere relazioni tra i vari centri, incoraggiando lo scambio di informazioni per promuovere l’utilizzo dell’arbitrato ed un suo uso “responsabile”. Dal 2009 sino alla nomina a Presidente di questi giorni, Stefano Azzali ne è stato il Segretario Tesoriere.

IFCAI organizza conferenze biennali che rappresentano un importante forum di discussione nell’ambito dell’arbitrato commerciale internazionale: oltre a quella di quest’anno a Hong Kong, le precedenti si sono tenute nel 2015 in Bahrain, nel 2013 a Caracas, nel 2011 a Berlino e nel 2009 in Tunisia.

Camera Arbitrale di Milano fa parte di IFCAI dal 1991 e da allora ha dato un contributo attivo alla crescita della Federazione. Camera Arbitrale di Milano ha gestito negli ultimi vent’anni oltre 2.200 procedimenti arbitrali di cui circa il 20% internazionali.

Nel 2016 sono stati 134 gli arbitrati amministrati dalla Camera Arbitrale di Milano, per un valore medio di oltre tre milioni e mezzo di euro. La durata media dei procedimenti è stata di 12 mesi e tra le tipologie di controversie più frequenti troviamo: societario (26%), appalti (21,6%), affitto, vendita e cessione di ramo d’azienda (14,2%).

Un dato di notevole rilievo riguarda le donne nominate arbitro: Camera Arbitrale di Milano ha sottoscritto insieme a numerose aziende, Stati e istituzioni arbitrali l’Equal Representation in Arbitration Pledge, manifesto della comunità dell’arbitrato internazionale per la concreta partecipazione delle donne in arbitrato.

La percentuale di donne nominate arbitro nei procedimenti amministrati dalla Camera Arbitrale di Milano è stata del 13% nel 2015 e del 14% nel 2016. Se si escludono le nomine effettuate dalle parti e si guarda alle sole nomine della Camera Arbitrale di Milano, le percentuali sono ancora più significative: 17% nel 2015 e 23% nel 2016.

Questi numeri rendono la Camera Arbitrale di Milano un punto di riferimento per l’arbitrato in Italia e all’estero. In Italia la sola Camera Arbitrale di Milano gestisce il 22% degli arbitrati dell’intero sistema camerale, dati tratti dal “Nono Rapporto Annuale sulla diffusione della giustizia alternativa in Italia” a cura di ISDACI.

Nel contesto internazionale Camera Arbitrale di Milano gioca un ruolo di primo piano: oltre alla collaborazione con le più importanti Istituzioni arbitrali internazionali, Camera Arbitrale di Milano è membro attivo del World Forum of Mediation Centers promosso dall’UIA (Union Internationale des Avocats); contribuisce all’aggiornamento e allo sviluppo di prodotti editoriali dedicati all’arbitrato internazionale in qualità di referente per l’Italia dell’ITA (Institute for Transnational Arbitration); è parte di ISPRAMED, il network di istituzioni arbitrali più rappresentative dell’area MENA (Middle East – North Africa).

La nomina di Stefano Azzali a Presidente di IFCAI è un riconoscimento significativo dei progressi fatti dall’Italia in materia di arbitrato.

Il nuovo Consiglio di IFCAI in carica sino al 2021:

Presidente

Stefano Azzali (Italia, Camera Arbitrale di Milano)

Segretario Tesoriere

Ismail Selim (Egitto, Cairo Regional Center For International Commercial Arbitration)

Vice Presidente

India Johnson (USA, American Arbitration Association)

Nassib Ziadé (Bahrain, Bahrain Chamber for Dispute Resolution)

Consiglieri

Sarah Grimmer (Hong Kong, Hong Kong International Arbitration Centre)

Alexander Fessas (Francia, International Chamber of Commerce)

Carlos Forbes (Brasile, Center for Arbitration and Mediation)

Gaston Kenfack (Camerun , Association pour la Promotion de l’Arbitrage en Afrique)

Anthony Abrahams (UK, Chartered Institute of Arbitrators)

Sundra Rajoo (Malesia, Kuala Lumpur Regional Centre for Arbitration)

Alexey Kostin (Russia, Russian International Commercial Arbitration Court)

Alice Fremuth-Wolf (Austria, Vienna International Arbitral Centre)

Lascia un commento

Top