5G: Ericsson e Scuola Superiore di Pisa alleati

Ericsson

Ericssonwww.ericsson.com – e Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa stanno studiando e progettando prototipi di componenti, moduli e sottosistemi fotonici innovativi che giocheranno un ruolo basilare nello sviluppo del 5G. La collaborazione tra Ericsson e Scuola Superiore coinvolge più di 100 ricercatori.
La tecnologia 5G sarà una componente chiave della società connessa, dove tutto ciò che potrà beneficiare di una connessione sarà connesso.
Le tecnologie ottiche per le infrastrutture di rete devono continuamente evolvere per sostenere una vasta gamma di servizi di comunicazione, dal momento che entro il 2020 si prevede che ci saranno oltre 9 miliardi di abbonamenti alla telefonia mobile e 26 miliardi di oggetti connessi. L’innovazione in questo settore è un elemento chiave per abilitare comunicazioni economicamente vantaggiose, affidabili, ad alta capacità e a bassa latenza, contribuendo così alla piena realizzazione della società connessa.
Dal momento che aumenta la penetrazione e la velocità della banda larga mobile, c’è la necessità di una rete di trasporto verso i siti radio sempre più ad alta velocità. Di conseguenza, l’infrastruttura in fibra sta diventando sempre più diffusa nella Rete di Accesso Radio (RAN). Le tecnologie fotoniche integrate stanno cambiando il futuro dell’industria della comunicazione ottica, con la promessa di una considerevole riduzione dei costi, un risparmio energetico e un minor impatto sull’ambiente.
Attraverso questa collaborazione, Ericsson e la Scuola Superiore Sant’Anna stanno esplorando e sperimentando nuove soluzioni di trasporto per l’evoluzione delle reti mobili e del 5G, in differenti segmenti come il fronthaul, il backhaul mobile e l’interconnessione ad altissima velocità dei data center.

Lascia un commento

Top