Food and Travel Italy corre verso il terzo numero

Food&Travel_Italia_copertina

L’edizione italiana del magazine Food and Travel è quasi pronta per fare uscire in edicola il suo secondo numero. La rivista superpatinata, 132 pagine, grandi reportage e servizi con immagini accattivanti, realizzata in accordo con l’editore inglese di Food and Travel (Gregor Rankin) periodico nato in Gran Bretagna nel 1995 editato in ben 14 paesi al mondo, è dedicato neanche a dirlo, a cibo e viaggi. Ma non solo.

da-sin-Gregor-RankinPamela-Reali-Marco-Sutter-864x400_cL’edizione italiana, che prevede anche un’appendice per la Svizzera italiana, tratta gli argomenti che contano per vivere bene: il lifestyle con particolare attenzione alle eccellenza italiana dei settori in cui il Made in Italy è nota in tutto il mondo.Grazie alla struttura internazionale, il mensile intende diventare un punto di riferimento per le aziende italiane della ristorazione e dell’hotelleria, della produzione, lavorazione e trasformazione dei migliori prodotti del’agroalimentare con una particolare attenzione ai luoghi di charme di cui il nostro Paese non è certo carente. Insomma una vera e propria vetrina per esaltare il meglio del nostro Paese in campo enogastronomico e turistico per le aziende italiane che intendono utilizzare il progetto per farsi conoscere in Italia e all’estero. Più che un magazine è un progetto multicanale e internazionale, costruito in sinergia con le altre edizioni presenti nel mondo. Il 50% dei contenuti infatti sono prodotti a livello internazionale e il 50% dalla redazione italiana”, dice il suo direttore responsabile Marco Sutter (a destra nella foto sopra).

100 MILA EURO DI ADV PER SOSTENERE IL LANCIO

Il progetto è stato realizzato dalla +39 Mediacom Srl, società tutta al femminile guidata da Pamela
Raeli, editore dell’edizione italiana, che motiva la scelta del team editoriale con la frase “le donne sono un punto di forza per il mondo”. Premessa importante per un magazine distribuito in edicola (prezzo 4,90 euro) e nei canali della gdo e dell’horeca, e che punta a una raccolta pubblicitaria di un milione di euro potendo contare su una periodicità mensile con 10 numeri. 40.000 le copie distribuite. Ma Rino Griffo, titolare della MDA (tra i suoi clienti anche Feltrinelli, Jaboo, Video Metro, CBRE Expospace, Garage San Marco, Touring Club Italia) punta a uno sviluppo multimediale soprattutto digital, con il sito e la web tv, con un obiettivo di diffusione di 20 mila copie, mirando a superare tutti gli obiettivi che il gruppo operativo ha prefissato. MDA punta soprattutto su social network, una piattaforma di eCommerce, e la realizzazione di un sistema di eventi legati al mondo dell’enogastronomia, del golf, del travel. “Cibo  e turismo sono tra i pochi settori che, anche secondo le più recenti indagini Nielsen, crescono in un mercato pubblicitario che continua a perdere colpi”, ha detto Griffo. “Per questo abbiamo ritenuto che ci fosse ancora uno spazio in Italia per una piattaforma come Food and Travel. Adv tabellare e iniziative speciali costituiscono l’offerta commerciale del progetto, che si rivolge soprattutto alle Pmi delle eccellenze italiane nel settore food, travel e lifestyle. L’obiettivo di raccolta pubblicitaria sull’intera piattaforma è di un milione di euro per il biennio 2016-2017. Con un venduto pubblicitario di 10 pagine a numero, la raccolta con le prime due uscite ha raggiunto i 50.000 euro ma puntiamo a raddoppiare le pagine vendute sul numero di aprile e ad assestarci tra le 20 e le 30 pagine pubblicitarie per le prossime uscite”. Il piano marketing per sostenere il lancio è di circa 100.000 euro, cifra che prevede la presenza del magazine nel circuito Feltrinelli e negli hotel 4/5 stelle oltre una campagna pubblicitaria su totem in 300 centri commerciali, web e stampa di settore, tv e radio locali.

Lascia un commento

Top